Personaggi principale della corte di Re Artu’

Screen Shot 06-29-15 at 02.17 PM

Personaggi principale della corte di Re Artu’

L’origine dei nomi propri di personaggi e dei luoghi è celtico-bretone. Di conseguenza – alcuni sono stati italianizzati: Artù – Merlino – Ginevra – Galvano ecc… ; altri sono stati “inglesizzati”. Per il resto, considerato che la maggioranza delle fonti è francese antico, si consiglia la pronuncia del francese moderno (es. Igraine – Igrèn)

Agravano
fratello di Ser Galvano e nipote di re Artù.
Altachiara
la spada di Lancillotto.
Artù
re di Bretagna, figlio di Uter Pendragon e Igraine.
Ban
re di Benoic, alleato di re Artù e padre di Lancillotto.
Baudemagu
re, padre di Meleagant il Crudele.


Boro di Gannes
re di Gannes, fratello di Ban di Benoic, alleato di Artù e padre di Lionello e Boro il casto.
Boro il Casto
figlio di re Boro, fratello di Lionello, cugino di Lancillotto e cavaliere della Tavola Rotonda.
Brandile
fedele di re Artù, cavaliere della Tavola Rotonda.
Brian
fedele di re Artù, cavaliere della Tavola Rotonda.
Calogrenant
fedele di re Artù, cavaliere della Tavola Rotonda.
Caradoc
nobile, fratello di Ser Turquin, ucciso da Lancillotto.
Carados
cavaliere della Tavola Rotonda, ucciso a Camlann
Carot
fedele di re Artù, cavaliere della Tavola Rotonda.
Claudas
re della Terra Deserta, usurpatore dei regni di Benoic e di Gannes, uccisore di re Ban e di re Boro.
Dama del Lago
nobildonna, esperta nell’arte della magia, che rapisce ed alleva Lancillotto.
Ector
nobile cui Merlino affida Artù neonato che alleva fino alla conquista del trono.
Elaine
figlia di re Pelles, sposa di Lancillotto e madre di Galahad.
Eneide
figlia di un modesto vassallo, sposa di Erec.
Erec
figlio di re Lac, sposo di Eneide e cavaliere della Tavola Rotonda.
Escalot
(damigella di): figlia del signore di Escalot, chiede a Lancillotto di essere il suo campione nel torneo di Winchester.
Escalot
(signore di): padre della damigella di E.; ospita Lancillotto.
Esclados
detto il Rosso, signore della fontana magica, primo marito di Laudina.
Estor delle Paludi
nobile cavaliere della Tavola Rotonda, legato da vincoli di fedeltà a Lancillotto.
Estragore
(re di): padre dell’unica donna di Boro il Casto, cugino di Lancillotto.
Excalibur
la spada magica di re Artù.
Fergus
vassallo di re Artù.
Gaheris
soldato di re Ban di Benoic, porta in salvo il piccolo Lancillotto e sua madre.
Galahad
figlio di Elaine e Lancillotto, cavaliere della Tavola Rotonda.
Galassin
scudiero di Erec, Ivano, Lancillotto e poi cavaliere.
Galeotto
Signore delle Isole Lontane, amico ed alleato di Lancillotto.
Galvano
nipote di re Artù, figlio di re Lot d’Orcanie e di una sorellastra del re, cavaliere della Tavola Rotonda.
Ginevra
figlia del re di Carmelide, moglie di re Artù.
Harpin della montagna
gigante malvagio ucciso da Ivano.
Idiero
nobile cavaliere figlio di Nut. Detto anche l’Arrogante.
Igraine
moglie del duca di Tintagel e poi sposa di Uter Pendragon e madre di Artù e di Morgana la Fata.
Ivano
(Yvain ou le chevalier au lion). Detto il Grande, figlio di re Uriele di Gorre, cavaliere della Tavola Rotonda.
Poema di Chrétien de Troyes, pubblicato intorno al 1177. L’opera, tipico esempio di poesia cortese, narra la storia di Ivano, cavaliere alla corte di re Artù, che dopo innumerevoli avventure, sempre accompagnato da un leone cui ha salvato la vita, torna a implorare il perdono della sposa sdegnata per la sua lunga assenza. La vicenda è narrata anche in un racconto gallese del sec. XIII e in un poema del tedesco Hartmann von Aue pubblicato verso il 1202.
Keu
figlio di Ser Ector, amico d’infanzia di re Artù e siniscalco presso la sua corte.
Lac
re di Estregalles, padre di Erec.
Lancillotto del Lago
(fr. Lancelot du Lac), cavaliere della Tavola Rotonda, figlio di re Ban di Benoic.
Nel poema di Chrétien de Troyes, Lancelot ou le chevalier à la charrette, e in un rimaneggiamento in prosa del 1225 egli è l’amante di Ginevra, moglie di re Artù, e impersona il perfetto eroe cavalleresco, capace di conciliare amore e valore e infine pronto a ritornare a vita cristiana, alla fine dei suoi giorni. Nella letteratura tedesca s’ispira alla figura di L. il poema Lanzelet (ca. 1195) di Ulrich von Zatzikhoven, dallo stile piuttosto rozzo e in cui manca l’aspetto più significativo della storia, e cioè il Minnedienst (servizio d’amore) dell’eroe nei confronti di Ginevra.
Laudina
moglie di Esclados il Rosso e poi moglie di Ivano.
Laura
damigella della regina Ginevra.
Lionello
cavaliere della Tavola Rotonda, figlio di re Boro di Gannes, cugino di Lancillotto e fratello di Boro.
Lohengrin
eroe leggendario del ciclo brettone del Graal. Figlio di Parsifal, per ordine di re Artù L. accorre in aiuto della giovane duchessa Elsa di Brabante, giungendo dal mare su una nave tirata da un cigno. Diventato sposo di questa, è costretto ad abbandonarla quando essa esige di conoscere l’origine misteriosa di lui. L., cavaliere puro e perfetto, privo di concreta umanità, è l’estrema spiritualizzazione della fede medievale nella giustizia divina.
Lot d’Orcaine
re d’Orcaine, capo degli undici re ribelli ad Artù e padre di Galvano ed Agravano
Lunetta
damigella di Laudina e dama di Galvano.
Marcus
consigliere di Uter Pendragon che accompagna nel castello del duca di Tintagel
Meleagant
figlio di re Baudemagu, nemico di Artù ed ucciso da Lancillotto.
Meliot di Logris
nobile cavaliere ferito e salvato dall’intervento di Lancillotto.
Merlino
grande mago, figlio di una virtuosa fanciulla e del Diavolo, amico e consigliere di re Artù all’inizio del suo regno. Nelle opere moderne è assurto a simbolo della natura umana, contesa tra bene e male.
Mordrain
antico re, condannato ad avere una ferita aperta fino a che il cavaliere predestinato non gliela guarisca, permettendogli cosi’ di morire in pace. Detto anche il Re Magagnato.
Mordret
figlio illegittimo di re Artù. Verrà ucciso dal padre e morrà uccidendolo a sua volta.
Morgana
detta anche la Fata, sorellastra di re Artù. Menzionata da Goffredo di Montmouth nella Historia regum Britanniae e compresa tra i personaggi dei romanzi della Tavola Rotonda, nei quali le è assegnato il ruolo di
amica o anche di sorella del re Artù.
Morganor
re alleato di Artù contro gli undici re ribelli.
Moroldo
cavaliere della Tavola Rotonda.
Nera Spina
(damigella della): figlia del signore della Nera Spina, oppressa dalla sorella, chiede aiuto e viene difesa da Ivano.
Nohant
(damigella di): nobile donzella, oppressa dal re del Nothumberland. Difesa da Lancillotto.
Nothumberland
(re del): re malvagio, oppressore della damigella di Nohant.
Nut
nobile, padre di Idiero, il cavaliere vinto da Erec.
Paretal
nobile consigliere di re Uther Pendragon.
Pelles
re padre di Elaine, moglie di Lancillotto.
Perceval
detto il Gallese, nobile cavaliere della Tavola Rotonda.
Perceval, attratto dalla cavalleria nonostante le cure della madre per tenerlo lontano, si rechi alla corte di re Artù per ricevere educazione e investitura. Sulla strada del ritorno ha la rivelazione del Graal nel castello del re Pescatore. Di qui parte la sua lunga ricerca per penetrare il mistero del Graal e scoprire la colpa, il pentimento e il senso della propria vita. Il giovane P., rampollo di una stirpe eletta e ignaro del mondo, destinato ad ascendere alla purezza spirituale, commette in buona fede una serie di fatali errori, tra cui quello di non domandare per pietà ad Anfortas, re del Graal, la causa del suo male, e sprofonda in uno stato angoscioso di dubbio, che investe anche la bontà di Dio. Solo gli insegnamenti dell’eremita Trevrizent lo ricondurranno sulla via dell’umiltà e della grazia e lo ricongiungeranno con l’amata sposa Condwiramur. Asceso al trono del Graal, egli impersona il perfetto eroe cristiano in opposizione all’altro grande campione del Medioevo germanico, Tristano: il cercatore metafisico di Dio in opposizione al martire dell’amore.
Peredur
cavaliere della corte di re Artù, la cui storia leggendaria è narrata nel racconto medievale di Peredur ab Evrawc (compreso nei mabinogion).
Sagremor
cavaliere della Tavola Rotonda.
Saraide
damigella al servizio della Dama del Lago, porta in salvo i piccoli di Lionello e Boro.
Solamore
la spada di Ivano.
Tintagel
(duca di): vassallo di re Uther Pendragon e primo marito di Igraine.
Turquin
nobile nemico di re Artù, sconfitto da Lancillotto.
Ulfio
scudiero, amico di Galassin.
Uriele di Gorre
re di Gorre, padre di Ivano
Uther Pendragon
padre di Artù, re di Bretagna.
Valiant
(in it. Principe Valentino), P. è il giovane erede del trono di Thule che si muove e agisce in un alto Medioevo idealizzato secondo i canoni della “fantasia eroica”.
Vortinger
re usurpatore del trono di Bretagna, che spettava invece a Uther Pendragon dal quale viene sconfitto.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

Puedes usar las siguientes etiquetas y atributos HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>