La cerimonia di investitura

Screen Shot 06-29-15 at 02.08 PM

La cerimonia di investitura

 La veglia

rosesAlla vigilia dell’investitura è tradizione che il candidato faccia una veglia.
Questo è un momento di riflessione e riconciliazione con la cavalleria, i colleghi, e i nobili saggi presenti. E’ un momento di introspezione per considerare le responsabilità e le gioie dell’accettare l’accollata. Dopo cio’ inizia un momento di preghiera e contemplazione, in cui il candidato medita sulle vie, sull’onore onore e sulla storia degli ordini cavallereschi.

  La cerimonia

Il candidato viene condotto dai cavalieri della compagnia tutti riuniti, e il Re, o un suo sostituto legge il seguente :

Il Re : “Consci della vostra prodezza, e della vostra cavalleria, e riconoscendo in voi la scintilla condivisa da questi fratelli, siete stato eletto candidato per l’ordine della Sacra Tavola Rotonda. Sappiate che per indossare la cintura e la catena di un cavaliere, bisogna osservare una sacra rivelazione : che gli obblighi della cavalleria chiederanno il vostro impegno in ogni momento della vostra vita.”sugar

Il Re : “Avete ben compreso lo scopo del nostro ordine, e cosa viene richiesto dai suoi cavalieri?”

Il Re : “Aderite a continuare di perseguire il comportamento esemplare che ha suscitato l’interesse e l’apprezzamento dei nostri fratelli?”

Il Re : “E’ vostra intenzione accettare l’appartenenza all’ordine dei cavalieri della tavola rotonda?”

Se le risposte alle tre domande sono tutte affermative, la cerimonia continua.

Il Re : “Le leggi della societa’ e le usanze del regno richiedono che il cavaliere ne sia la prua, e voi avete dimostrato di avere stoffa; che il che il cavaliere sia cortese, cosi’ come voi avete mostrato di essere e cosi’ come possono testimoniare questi nobili gentiluomini; e che un cavaliere sia fedele al suo regno e alla societa’. Desiderate quindi accettare il carico della cavalleria e giurare fedeltà alla Corona?”

Il candidato deve accettare.

Il Re : “Dunque giurate fedelta’ e rendete omaggio alla corona del nostro regno.”

Il candidato deve dire :

Il Candidato : “Io qui dinnanzi giuro fedelta’ e rendo omaggio alla corona di questo regno; giuro di essere un buono e giusto cavaliere, riverente e generoso, scudo dei deboli, obediente al mio signore, primo in battaglia, cortese in ogni momento, campione del giusto e del buono. Cosi’ giuro io, ……”

knight’s sword

Il Re :

“Inginocchiatevi …..”
“In rimembranza del giuramento fatto e ricevuto”
(accollata sulla spalla destra)
“In rimembranza del vostro lignaggio e dei vostri impegni”
(accollata sulla spalla sinistra)
“Siate un buon cavaliere”
(stretta di mano)
“Alzatevi, Sir …..”

Il Re : “Dunque è un nostro piacere darvi il benvenuto nel nostro ordine, e aggiungere la vostra voce alle nostre in modo che tutte insieme possano influenzarsi per raggiungere l’eccellenza.”

Il Re si fa indietro, e un altro fratello porta al candidato le insegne dell’ordine:

Un cavaliere : “Indossate queste insegne con orgoglio, ma non con vanita’, esse ricorderanno a voi e agli altri il vostro continuo impegno verso la cavalleria.”

Un cavaliere : “Ricordate anche che la virtu’ dell’umiltà è l’unica che mantiene unito il nostro ordine, e che ciascuno di noi puo’ distruggerlo con una singola azione o una turpe parola”

Dopo aver finito di parlare, il cavaliere pone una domanda che riguarda la cavalleria al candidato, lasciando a piacimento il momento della risposta, ma non oltre sei mesi di tempo.

I fratelli ora danno il benvenuto al nuovo membro e la cerimonia termina.
Subito dopo, chiunque puo’ prendere parola e fare un discorso.

Notate che a volte viene deviato il normale corso della cerimonia. In tal caso è determinante l’abilita’ di scegliere il momento opportuno per sorprendere tutti  😉

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

Puedes usar las siguientes etiquetas y atributos HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>